La Caio Giulio Cesare Osimo: un'eccellenza nel progetto “Battlefield Tour Marche 2022”

La giornata finale del progetto, presso la Sala Maggiore del Comune di Osimo, ha visto primeggiare gli alunni delle classi 3C e 3D dell’’Istituto.

09 Giugno 2022

    OSIMO - Come ogni anno scolastico, l’IC Caio Giulio Cesare ha partecipato al progetto nazionale Pietre della Memoria, riportando meritevoli riconoscimenti e suscitando particolare interesse nel Centro Studi di Storia del Paracadutismo Militare Italiano. Proprio sotto la spinta di quest’ultimo, l’istituto osimano ha deciso di partecipare all’iniziativa “Battlefield Tour Marche 2022” riuscendo ancora questa volta a distinguersi.
    Dopo aver ripercorso le vicende dei Paracadutisti e degli Arditi dell’Esercito regolare Italiano (che nel 1944 liberarono il nostro territorio), Lunedì 30 maggio, presso la Sala Maggiore del Comune di Osimo, si è svolta la giornata finale del progetto “Battlefield Tour Marche 2022”. Gli alunni delle classi 3C e 3D dell’Istituto Caio Giulio Cesare di Osimo, guidati dal docente di Lettere Francesco Pasqualini hanno mostrato alcuni modellini realizzati da loro, che rappresentano le Battaglie di Filottrano e di Rustico, operazioni militari che nei giorni precedenti sono state riproposte direttamente sul campo.
    Presenti alla manifestazione il Professor Federico Ciavattone, Direttore del Centro Studi ANP’d’I Federico Ciavattone, il 1 Lgt. Inc. Renato Daretti, Presidente Nazionale dell’Associazione Nazionale Incursori Esercito ed il Gen. B. (Ris.) Raffaele Iubini, Vicepresidente Nazionale dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia che hanno premiato gli studenti con una pergamena per il lavoro svolto durante questi mesi.
    Anche il Dirigente Scolastico, Dott. Fabio Radicioni, ha ottenuto dal Generale B. Enrico Pollini, Segretario Nazionale Anpd’I, un attestato per la partecipazione dell’Istituto all’evento.
    Gli alunni della classe 3D hanno ricreato il cosiddetto Bivio della Morte di Filottrano, area che oggi corrisponde all’ingresso della città dove si trova la grande rotatoria e, hanno voluto omaggiare i Paracadutisti dell’Esercito italiano che, atterrando lungo la cinta muraria dell’ospedale, occupato dai tedeschi, liberarono la cittadina.
    Gli studenti della classe 3C hanno invece riprodotto in maniera fedele, con scala 1:4000, il territorio tra Casenuove di Osimo e Santa Maria Nuova, area dove un reparto degli Arditi dell’Esercito italiano risalì le colline che portano a Rustico avanzando verso la città di Ancona.
    A rendere ancor più particolare questo secondo modellino è la presenza di soldatini e carri armati realizzati direttamente dagli alunni attraverso l’utilizzo della strumentazione elettronica necessaria per la modellazione e la stampa 3D, messi a disposizioni dall’istituto sotto la supervisione del Docente di Tecnologia Vincenzo Bondanese.
    Entrambi i plastici verranno esposti presso il Museo del Figurino di Osimo.
    Tra i presenti alla cerimonia anche l’Assessore all’Istruzione Alex Andreoli, nelle vesti di moderatore, ed il Sindaco Simone Pugnaloni, ai quali vanno i ringraziamenti per aver messo a disposizione la sala comunale.


    È possibile vedere i filmati realizzati dai ragazzi che dimostrano il lavoro svolto, attraverso i seguenti link:
    1. Lavoro di stampa 3D: https://youtu.be/NlnvOIVrM5A
    2. Modello battaglia di Filottrano: https://youtu.be/xGpeTzlVyy4
    3. Modello battaglia di Rustico: https://youtu.be/7x4iCjVu6GQ

    di Redazione

    Redazione

    Redazione

    Osimo e dintorni nasce per raccontare il nostro territorio, con le sue piccole e grandi storie di tutti i giorni, fatti e personaggi che caratterizzano la nostra comunità. Uno spazio per informare e approfondire la realtà che ci circonda, animati dalla voglia di conoscere e scoprire

    Ti potrebbero interessare anche:

    PARTNER

    astea
    Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet