Il lutto

Osimo sotto choc per la morte di Leonardo, 13 anni

Il ragazzino stroncato da un sarcoma che lo aveva colpito al polpaccio oltre un anno fa. Il ricordo dell'Osimana, dove giocava. Funerali mercoledì al San Carlo alle 15

14 Maggio 2024

di Giacomo Quattrini

Giacomo Quattrini

  • Lo striscione dei compagni di squadra lo scorso weekend e nel riquadro Leonardo Tortolani

    Lo striscione dei compagni di squadra lo scorso weekend e nel riquadro Leonardo Tortolani

    OSIMO – Osimo sotto choc per la morte di Leonardo Tortolani, ragazzino che avrebbe compiuto 14 anni il prossimo 8 luglio e che giocava con le giovanili dell’Osimana. Un male incurabile sorto oltre un anno fa lo ha strappato all’affetto della famiglia e dei tanti amichetti, quelli della scuola media Trillini in zona Borgo San Giacomo, e quelli dell’Osimana, società sportiva con la quale ha giocato a calcio finché la salute glielo ha permesso.

    Ha provato a lottare Leo in questo ultimo suo anno di vita, ma da qualche mese la situazione era chiaramente diventata irreversibile. Due settimane fa l’ultimo ricovero al Salesi, dove se ne è andato ieri mattina attorniano dall’amore infinito della mamma, Sara Tozzo, impiegata alla Seda di Osimo, e del papà Riccardo Tortolani, titolare della New Torclan di Camerano. Leo lascia anche una sorella maggiore, Gaia di 16 anni, e il fratellino Niccolò di 8.

    I compagni di squadra di Leo sono scesi in campo con uno striscione per incitarlo nei giorni scorsi: «Leo siamo con te» con disegnati due cuori, uno giallo e l’altro rosso. Aveva iniziato a giocare da piccolino a calcio, poi però un anno fa circa il primo dolore ad una gamba e la scoperta improvvisa di un sarcoma al polpaccio. Una diagnosi terribile, con il tumore già in stato avanzato.

    Il ricordo dell’Osimana: «Ci piace ricordarti sorridente, correre dietro al pallone e gioire con i tuoi compagni. Non dimenticheremo mai uno dei nostri. Ai familiari il più grande abbraccio da tutta la famiglia giallorossa. A volte -scrive il club giallorosso sui social- sembra impossibile che la vita possa essere così ingiusta ed è difficile trovare le parole per esprimere certi sentimenti. I tuoi compagni di squadra non ti dimenticheranno mai caro Leo, perché nulla potrà colmare il vuoto lasciato da una vita spezzata così giovane».

    Sotto choc anche la comunità di San Paterniano, dove vivono i Tortolani, nella zona di campagna vicino a Monte Santo Pietro. Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore ai genitori di Leo. La camera ardente è allestita da stamattina (martedì) alle 10 alla Casa funeraria Re di via Tigli a Padiglione. Funerali domani (mercoledì) alle ore 15 alla chiesa del San Carlo, poi la salma proseguirà per la cremazione.

    Ti potrebbero interessare anche:

    No items found.

    PARTNER

    Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet