Il PNRR

Fratelli d’Italia Osimo: il Comune escluso dai fondi per Parchi e Giardini storici

La denuncia della presidente del circolo cittadino Michela Staffolani: «la bocciatura dei due progetti equivale alla perdita di circa un milione e mezzo di euro»

02 Luglio 2022

di Redazione

Redazione

Redazione

Osimo e dintorni nasce per raccontare il nostro territorio, con le sue piccole e grandi storie di tutti i giorni, fatti e personaggi che caratterizzano la nostra comunità. Uno spazio per informare e approfondire la realtà che ci circonda, animati dalla voglia di conoscere e scoprire

  • Un banchetto di Fratelli d'Italia in piazza a Osimo

    Un banchetto di Fratelli d'Italia in piazza a Osimo

    OSIMO - «Non è la prima volta che il Comune di Osimo vede allontanarsi la possibilità di essere assegnatario di finanziamenti o che non riesce a spendere i fondi da essi ottenuti ed, a questo punto, sarebbe legittimo capirne seriamente i motivi». La riflessione arriva da Fratelli d’Italia attraverso la presidente del circolo cittadino Michela Staffolani.
    Il Comune di Osimo aveva presentato due progetti nell'ambito del bando “Programmi per la valorizzazione d'identità dei luoghi: parchi storici e giardini storici”, uno per la riqualificazione di Piazza Nuova, l’altro per il recupero di Parco della Rimembranza. Entrambi non sarebbero stati ammessi al bando.
    «Il progetto presentato dal Comune di Osimo si è piazzato al 568° posto sui circa 800 presentati – scive in una nota Fratelli d’Italia - a quasi 20 punti di distacco dall’ultimo finanziato. Forse i progetti non sono presentati in maniera corretta? Oppure gli Uffici Comunali hanno carenza di personale deputato a alla presentazione ed attuazione dei bandi? O, ancora, gli uffici non sono messi nella condizione di affrontare l’iter procedurale di presentazione di un progetto? O forse, infine, mancano risorse per formare o assumere personale addetto a questo settore strategico?»
    La soluzione per Michela Staffolani potrebbe essere nell’assunzione di personale esterno, allo scopo di lavorare esclusivamente su progetti finanziati con risorse del PNRR. «Vi è la possibilità di assumere personale non dirigenziale a tempo determinato - spiega -.Oppure l’opportunità, sempre per i Comuni, di chiedere la collaborazione di uno dei tanti professionisti selezionati dalla Regione Marche nell'ambito del “Progetto Mille Esperti”, con il compito di supportare gli Enti Locali nelle procedure complesse ed articolate, che occorrono per avanzare progetti e vederseli approvare. In alternativa, è possibile anche avvalersi di Agenzie o Studi di consulenza deputati a gestire e a costruire progetti per implementare le occasioni di crescita. Le soluzioni, quindi, ci sono, così come ci sono le risorse, ma ciò che occorre è non soltanto saperle individuare».

    PARTNER

    Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet