osimo

Ok del Consiglio al nuovo Piano Urbanistico. Ora al vaglio della Provincia

Via libera all’adozione definitiva dopo una seduta fiume durata 12 ore. Soddisfatta la maggioranza, dure critiche dalle Liste Civiche

29 Ottobre 2023

    Via libera del Consiglio Comunale all’adozione definitiva del nuovo Piano Urbanistico Comunale. Una seduta durata 12 ore, che ha chiamato i consiglieri ad esprimersi sulle 137 osservazioni pervenute da cittadini e professionisti dopo la prima stesura approvata in via preliminare. Ora la palla passa alla Provincia che dovrà esprimersi sul documento. In precedenza, sul Prg approvato nel 2008, lo stesso ente provinciale aveva promosso un ricorso al Tar tuttora in piedi, con diverse aree edificabili sub judice. Questa volta l’Amministrazione targata Pugnaloni confida invece di poter ottenere il via libera, per poi portare il Puc di nuovo in Consiglio entro 6 mesi per l’approvazione definitiva.
    Soddisfatti per il risultati i partiti di maggioranza, che parlano di “uno strumento di pianificazione urbanistica all’avanguardia, che supera il vecchio contenzioso con la Provincia e la cementificazione selvaggia delle Amministrazioni targate Liste Civiche, e punta invece su uno sviluppo armonico del territorio, sulla riduzione delle aree edificabili (40 ettari in meno) e sulla riqualificazione del tessuto urbano”.
    Il nuovo Puc, che sostituirà il Piano Regolatore del 2008, contiene il parere positivo di VAS (valutazione ambientale strategica), è il primo in regione ad aver recepito la micro-zonizzazione sismica e il primo a proporre una Rete ecologica comunale. Altra novità è la previsione di una variante a nord in sostituzione della precedente strada di bordo. “Si individua finalmente un tracciato per costruire una vera strada extraurbana a scorrimento veloce, in grado di allontanare il traffico dal centro abitato di Osimo – spiega la maggioranza in una nota -. La strada di bordo voluta dalle Liste Civiche nel vecchio Prg, oltre ad essere una grande incompiuta, non avrebbe risolto il problema perché troppo vicina ai quartieri residenziali della città. La variante a nord passerà lontano dagli insediamenti urbani, migliorerà la sicurezza stradale e la qualità di vita dei quartieri, diminuendo l’esposizione della popolazione all’inquinamento acustico e atmosferico, anche attraverso opere di verde compensativo. Alcuni tratti della strada di bordo potranno invece essere recuperati per realizzare una viabilità interquartiere, da utilizzare per una mobilità urbana di collegamento tra le varie zone della città.

    Di tutt’altro avviso le Liste Civiche, che criticano duramente il Puc e valutano un possibile ricorso al Tar, anche se in Consiglio le posizioni interne al gruppo si sono divise, con Antonelli che si è astenuto e Bordoni e Bottegoni che hanno votato contro. Assenti al momento del voto gli altri consiglieri di opposizione tra cui Ginnetti (Progetto Osimo), Alessandrini (Lega) e Donia (Movimento Cinque Stelle). “Un Piano non condiviso e pieno di sviste, frutto della spasmodica fretta con cui Pugnaloni voleva arrivare all’approvazione entro la scadenza del suo mandato – scrive Simoncini -. Le Liste Civiche hanno presentato 18 osservazioni al PUC, molte delle quali non accolte dal Consiglio comunale e molte accolte solo parzialmente per cui stiamo valutando l’ipotesi di un ricorso al Tar. ll PUC contiene la madre di tutti gli errori urbanisticamente strategici per il nostro territorio sul piano infrastrutturale, ovvero l’utopistica e ipotetica "Variante a nord" per la quale non c’è stato neppure il coraggio di disegnarla su carta se non come eventuale futuribile tracciato. Detta variante va a sfregiare il versante nord della città, quello meno artefatto dalla secolare espansione urbana della città, avvenuta tutta a sud, al punto che dal crinale di Montegalluccio – Santo Stefano è possibile ancora vedere le mura romane, Fonte Magna e il versante che confluisce su una delle più belle vallecole del territorio agrario cittadino”.

    PARTNER

    Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet